Immagine titolo


L'Ostetrica per la vita della donna


Placeholder image

L'Ostetrica è l'unica figura del panorama sanitario che segue la donna in ogni fase della sua vita, dalla nascita alla senitlità. Ecco un breve riassunto di quello che l'ostetrica può fare per ogni fase della vita.

Adolescenza


Nel corso degli anni, il concetto di salute è cambiato radicalmente: una volta, “salute” era lo stato nel quale non c’erano in atto nell’individuo, malattie. Oggi, il concetto di salute si è evoluto e non si limita a considerare il solo aspetto fisico, ma abbraccia anche la componente psicologica. Un aspetto rilevante del nuovo concetto di salute globale è quindi, accanto all’impegno per il recupero dello stato di salute, l’impegno al mantenimento di questo una volta recuperato (o raggiunto), e questo anche per un motivo economico molto semplice: mantenere la salute costa assai meno che non recuperarla.

In questa nuova prospettiva, la figura dell’ostetrica, anche per colpa dell’ospedalizzazione “selvaggia” degli anni ’70, è stata dimenticata e ridotta al ruolo di “Vestale del Perineo”, in grado di esplicare la propria attività solo al momento del parto, dimenticando che la sua formazione attraversa tutte le fasi della vita femminile.

Il menarca, la prima luna, segna la fine dell’infanzia e l’ingresso nell’adolescenza e nella maturità. La comparsa della prima mestruazione e delle trasformazioni nel corpo che l’attivazione del processo ormonale possono, se manca una preparazione, trasformare un momento lieto in un ricordo traumatico, con conseguenze su tutta la vita: l’ostetrica conosce a fondo la fisiologia femminile e quindi può sciogliere i nodi che questo passaggio comporta: aiutare la giovane ad adottare una sana igiene evita l’insorgere di fastidiosi disturbi. Come poi trascurare l’importanza di una corretta educazione alla sessualità?

consiglio

Trad.: La ragazza "Dottore, ho un problema! Non so se uscire con Pietro o con Paolo!"
La Dottoressa: "Questo non lo so! In cambio la posso consigliare sui contraccettivi e prescriverglieli."

Maturità


La maturità sessuale della donna si realizza nella capacità di procreare. La gravidanza, il parto ed il puerperio sono tre momenti distinti, ma legati dall’emozione e dalla responsabilità di generare una nuova vita. Proprio per il coinvolgimento dell’intera persona, la generazione di un nuovo essere umano non può essere frutto di un “errore”, o peggio di una violenza subita.
L’ostetrica gioca un ruolo centrale per la serenità della donna: per la sua conoscenza della fisiologia femminile può tramite un’educazione sessuale corretta, aiutare a prevenire gravidanze indesiderate, assicurarne il decorso fisiologico (la gravidanza non è una malattia!) e, se non viene, suggerire cosa fare e a chi rivolgersi perché si realizzi.

Al giorno d’oggi, non esiste più, accanto alla puerpera, la rete parentale che in passato l’aiutava prima, durante e dopo il momento del parto: prima, per rispondere alle paure che specie per il primo parto nascono, durante, per fornire quel sostegno affettivo e psicologico fondamentale nel corso del travaglio, dopo, per gestire il puerperio e lo svezzamento: l’ostetrica aiuta la donna con un’adeguata preparazione al parto che non si limita ad un supporto psicologico, ma anche fisiologico, instaura con la donna un rapporto che è fondamentale per il buon decorso del parto, consiglia e insegna le prime cure al neonato, (l’attaccamento al seno per l’allattamento, il “bagnetto”, l’igiene del moncone del cordone ombelicale…).  Non meno importante, accanto alle cure per il neonato, l’ostetrica aiuta la donna a recuperare la funzionalità della zona perineale, spesso trascurata, ma che nel tempo può portare a gravi problemi.



Terza e quarta Eta'


Una volta la senilità, intesa come il periodo della vita sessuale che segue il termine del periodo fertile, era un breve intervallo nella vita femminile, mentre oggi copre un arco di vita considerevole, tant’è che accanto ora la si definisce terza età, spostando alla quarta età le problematiche che un tempo erano appannaggio della terza.

La menopausa indica l’inizio di questa nuova fase: il termine della fertilità non significa anche la fine della vita sessuale attiva, ma proprio per le variazioni endocrine che comporta la menopausa il consiglio dell’ostetrica può servire a mantenere l’ottimale stato di salute.